GALLERIA IDEARTE
di Grazia Lo Re

 

Potenza
Via Londra, 75

 

Telefono:
+39 0971 445880

 

E-mail:
info@galleriaidearte.it

 

Orari Galleria:
10:30 - 12:30
17:30 - 20:30

-

 Domenica 24 aprile, alle ore 18,00, negli spazi della Galleria Idearte di Potenza, al n. 75 di Via Londra, sarà inaugurata la mostra : LUCANIA TERRAMADRE – Nuove visioni di una terra antica

La mostra, ampliata e arricchita di nuove opere, fa seguito al progetto espositivo iniziale promosso e realizzato dal Consiglio Regionale della Basilicata nello scorso mese di dicembre, e vuole celebrare l'identità della Basilicata, il senso di comunità e il profondo sentimento di appartenenza alla propria terra.

I tre artisti in esposizione,"Maria Ditaranto, Giovanni Spinazzola e Dino Ventura, attraverso stili differenti, riescono a sintetizzare tre concetti cardine sui quali si basa l'identità profonda della Basilicata.

Il senso della comunità e del suo indiscutibile rapporto con la terra e con la montagna prende vita nelle tele di Maria Ditaranto.

Il paesaggio urbano, presentato come ideale metropolitano nel quale ci si riconosce, è la cifra delle opere di Giovanni Spinazzola.

E il segreto ed impetuoso percorso dell'acqua, che si rivela elemento determinante nella storia della Regione, guida e caratterizza le opere di Dino Ventura"


Alla vernice saranno presenti i tre artisti ed è prevista l'introduzione del critico d'arte Rino Cardone, che ha curato il testo di presentazione in catalogo e l'intervento della giornalista Nicoletta Altomonte, ideatrice del Progetto.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni nei seguenti orari: 11.00/13.00 – 17.30/20.30 fino al 30 maggio prossimo.




 

Lucania Terra Madre”

 

 


Lucania Terra Madre” è un titolo evocativo di fascini arcani: la terra, l’acqua e il paesaggio antropico. Sono questi i tre temi che ci propongono gli artisti Maria Ditaranto, Giovanni Spinazzola e Dino Ventura in una collettiva basata sulla “polarità fantastica” dell’archetipo e del mito. Da una parte ci sono due dei quattro elementi che compongono le “dottrine cosmogoniche” sull’origine dell’universo, ovvero la terra e l’acqua, che si completano, a loro volta, con l’aria e con il fuoco. E dall’altra parte c’è quel “microcosmo umano” in cui la vita individuale assume una connotazione collettiva all’interno del panorama urbano.

Demetra e Artemide, Apollo e Dioniso sono le due “coppie archetipali” del divino femminile e maschile alle quali Maria Ditaranto dà solitamente una forma figurativa ed “emozionale”. Hanno un impatto “immersivo” le tele prodotte da Giovanni Spinazzola: nel senso che tendono a “includere” e ad “accogliere” lo sguardo dello spettatore dentro panorami - di vie e di case - talvolta “attraversati” da una sottile linea dell’orizzonte - di colore giallo - che evoca la traccia posta sui marciapiedi delle stazioni ferroviarie. E che una voce - afona e sorda - c’invita a non oltrepassare. In questo caso essa sta a rappresentare “il qui” e “l’altrove” del genius loci, oltrepassato il quale si entra in una dimensione magica di “idee introspettive”. Di rette, di curve, di parabole, di segmenti e di figure piane sono disseminanti i “pensieri parabolici” che Dino Ventura ha dedicato all’acqua.

Su uno stesso “piano astratto” egli pone le “metamorfosi interpretative” del segno e della forma, sviluppate in un “crocicchio di suggestioni” che nelle opere di Maria Ditaranto assumono delle connotazioni figurative e simboliche che vanno ben oltre la realtà empirica e oggettuale della realtà. E lo stesso accade, anche, nelle opere di Giovanni Spinazzola.

Rino Cardone.

 


 

Galleria Idearte

Via Londra, 75

85100 Potenza

 

Orari: dal lunedì al sabato 11.00/13.00 - 17.30/20.30


Ingresso libero


Testo critico di Rino Cardone

 

Info: www.galleriaidearte.it +39 0971 445880 +39 3357801631





NOTE

crediti